ALTRO SOCIETA'

ARTE E CULTURA DA PORTARE ADDOSSO 

Arte, passione, cultura del tatuaggio: apre a Milano, all’insegna di ciò che è più professionale e al tempo stesso sorprendente, un nuovo grande spazio dedicato al mondo del tattoo, nuovo nella filosofia e nella pratica.

Si chiama Hive Tattoo Art Gallery e inaugura il primo ottobre 2017 in via Pirano 9, in quella NoLo (North of Loreto) che sta diventando il polo d’attrazione per tutto ciò che è avanguardia intelligente. 250 mq con 8 postazioni tattoo, 1 piercing lounge in collaborazione con Wildcat, marchio tedesco leader mondiale di gioielli per piercing, un laboratorio artistico, un angolo dove verranno venduti i gioielli Nove25 con una nuova linea creata in esclusiva per Hive e il merchandising del marchio stesso con le t-shirt disegnate dall’artista americano Tony Ciavarro.

È un traguardo per i quattro tatuatori professionisti che l’hanno concepito: Luigi Marchini, Andrea Lanzi, Lorenzo Di Bonaventura e Fabio Onorini, quattro amici nella vita e complementari nell’arte, cementati dal rispetto e dall’ammirazione reciproca, che hanno deciso di unire le forze e le singole esperienze pluridecennali per dar vita a un centro che non assomigli a nessun altro, il più grande in Italia. Non un semplice negozio ma un hub dove evolversi e sperimentare. Non a caso il logo disegnato da Andrea Lanzi rappresenta un alveare che forma un cuore, a significare la volontà di lavorare insieme e di cooperare con chiunque sappia apportare idee ed entusiasmo, con una sola discriminante, però: che si lavori con passione.
Per i quattro soci, già riconosciuti e premiati ognuno nel loro ambito e stile, è la passione il motore che muove gli strumenti del mestiere con la consapevolezza, secondo le parole di Luigi Marchini, di quanto il tatuaggio sia “una forma d’arte, prima di essere un business”. E il desiderio, grazie a questa consapevolezza, di diffondere una concezione del tatuaggio che vada oltre alle mode (il “tatoo me too”, l’ultimo motivo ripreso da calciatori, veline o attori) e oltre ai pregiudizi di chi ritiene ancora il tatuaggio un tratto poco raccomandabile.

“Il tatuaggio” - afferma Luigi “è un linguaggio, una forma d’espressione del corpo, è arte sulla pelle, ha le sue regole e i suoi codici. Solo un tatuatore professionista può garantire non solo la bellezza del risultato, ma anche accompagnare i clienti nelle scelte, capirne le esigenze, scoraggiare richieste inopportune anche se, per fortuna, oggi la gente ne sa di più, ha le idee più chiare, impara a conoscere anche i valori simbolici dei singoli disegni ed è in grado di orientarsi tra gli stili”.

Perché gli stili, come in ogni forma d’arte, evolvono e si moltiplicano.

Luigi è specializzato in tatuaggi Maori e tribali, Andrea nei “realitional”, ovvero nei realistici, tradizionali e colorati (new school), Lorenzo nei realistici in bianco e nero e Fabio nel “tradizionale americano”, per chi volesse portare un cuore trafitto sempre addosso, di quelli di una volta. Ma il team, grazie a una rosa di collaboratori top, può garantire anche un “lettering” perfetto, un “ornamentale”, un “giapponese” o un “neo-traditional”, con altrettanta competenza.

“L’obiettivo per noi, è di diventare un punto di riferimento per chi desidera un lavoro di altissimo livello, ed è chiaro che, trattandosi di un’arte che si porta addosso, che dipinge ricordi o speranze, affidarsi al top sia quanto di più sensato si possa fare”. Ci vuole molta arte ma anche un po’ di psicologia, molta attenzione anche dal punto di vista sanitario, occhio clinico e cuore attento.

Hive si pone anche come laboratorio e galleria. La galleria infatti ospiterà opere di artisti emergenti a rotazione, fin dall’inaugurazione e il laboratorio, attrezzato con un torchio per incisione e spazi dedicati, accoglierà gli studenti dell’Accademia di Belle Arti e delle scuole che abbiano voglia di cimentarsi e di “respirare” un’atmosfera diversa, stimolante e unica in città.
Ogni mese la galleria proporrà, a rotazione, nuove mostre, nuovi artisti ed eventi collaterali legati al mondo dell’arte.
Il laboratorio diventerà un punto di riferimento per i giovani artisti e studenti, dove verranno organizzati workshop sull’incisione, sulla pittura e sul tatuaggio.

“Vogliamo dare un segnale forte alla città di Milano: è artistica la nostra visione, è artistica la nostra location ma il servizio, per chi vuole portarsi l’arte addosso, deve sempre coniugare il massimo della creatività con il massimo della serietà”.
Luigi Marchini e i suoi soci hanno le idee chiare e un talento generoso: non resta che accorrere da Hive come api sul miele. Materazzi, Fedez, ed Emis Killa tanto per citarne alcuni, si sono già affidati a loro.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

SPECIALI

Un gruppo felice
UN GRUPPO FELICE  Come tutti sappiamo, i Pooh hanno deciso di smettere alla fine del 2016. Abbiamo pensato, come omaggio alla loro eccellente carriera artist...
Peperosa Autunno-Inverno 2017-2018
PEPEROSA AUTUNNO-INVERNO 2017-2018 Ogni donna è unica ma...
Banner

GALLERY FOTO VIDEO

Cannella Primavera-Estate 2016
Banner