ALTRO SOCIETA'

IL FRUTTO DI UNA GRANDE PASSIONE 

Il segreto per rendere unico un prodotto biologico è la grande passione dei contadini che, ogni giorno con amore ed esperienza, collaborano con la natura per dar vita ad un frutto prezioso dalle qualità eccezionali.
Al centro delle loro attenzioni e del loro impegno c’è sempre la ricerca della naturalità e della qualità delle mele, unito ad un grande rispetto per l’ambiente.

I contadini Bio della Val Venosta conoscono perfettamente quanto sia importante la biodiversità delle loro coltivazioni ai fini dell’ecosistema. Infatti, per preservarla utilizzano concimi organici e antiparassitari naturali, che permettono di mantenere quanto più possibile inalterato l’equilibrio ecologico.

In Val Venosta 150 famiglie hanno fatto del biologico non solo un lavoro ma anche una filosofia di vita. In ogni azienda agricola biologica la superficie coltivata è relativamente piccola e si aggira all’incirca intorno ai 3 ettari, e il contadino può dedicarsi con impegno e con attenzioni particolari al proprio meleto dove ogni mela segue un preciso iter: dalla coltivazione al raccolto, dal conferimento in cooperativa al confezionamento.
Tutto avviene con meticolosa cura e rispetto per l’ambiente, sotto la lente di severi controlli di enti certificatori che definiscono il profilo qualitativo. Perché una mela si possa definire biologica, il contadino deve rispettare una serie di normative relative alla sicurezza alimentare e alla tutela dell’ambiente. Solo così può ottenere la certificazione Bio, non prima tuttavia che le sue coltivazioni siano state sottoposte a severi controlli da parte di organismi certificatori autorizzati.

La Gala Bio Val Venosta è frutto di una grande passione dei contadini venostani, infatti è il simbolo per eccellenza della produzione biologica e della naturalità.

La Gala Bio è una mela di grandezza da piccola a media di calibro 65-85 mm, con la buccia liscia e la forma rotonda lievemente conica. Il colore di fondo è giallo chiaro, con striature rosso vivo. Il frutto è croccante e succoso, dall’aroma dolce e poco aspro.
Coltivata in un territorio bellissimo baciato dal sole e compreso tra i 500 e i 1.000 metri di altitudine, dal clima asciutto, con più di 300 giorni di sole all’anno, meno di 500 mm di precipitazioni annue e un’escursione termica tra il giorno e la notte piuttosto rilevante. La Gala Bio Val Venosta è una delle prime ad essere colta a fine agosto ed è disponibile da settembre a marzo.

DonnaOggi Test: Mon Chéri Ferrero
DONNAOGGI TEST: MON CHÉRI FERRERO DonnaOggi Test non int...
Banner
Banner
DonnaOggi Copertina Aprile 2019: Anastasia
Maille, pesce in tutte le salse
MAILLE, PESCE IN TUTTE LE SALSE E’ arrivato sugli scaff...
Banner

SPECIALI

Pasqua: la Settimana Santa a Taranto
PASQUA: LA SETTIMANA SANTA A TARANTO I riti della Settimana Santa a Taranto hanno origine nel XVIII sec. Infatti per quanto riguarda la processione...
Banner
C'era una volta la Musica... E tu come stai?
C'ERA UNA VOLTA LA MUSICA... E TU COME STAI? L'album E tu...
Banner

CULTURA ARTE

Brescia Photo Festival Donne 2019
BRESCIA PHOTO FESTIVAL DONNE 2019 La terza edizione del Brescia Photo Festival - Donne (www.bresciaphotofestival.it), in programma dal 2 al 5 maggio 2019, pr...