ALTRO SOCIETA'

LA SCRITTURA A MANO E' DESTINATA A SCOMPARIRE? 

In un’era in cui la tecnologia è parte della nostra routine quotidiana, ci domandiamo se la scrittura sia un’arte che sta scomparendo. Tuttavia, semplici gesti come fare la lista della spesa o scrivere un biglietto di ringraziamenti, non passeranno mai di moda. Lontana dall’estinguersi, l’arte dello scrivere attrae sempre più appassionati che ne elogiano le sue virtù.
Ogni 23 gennaio si celebra la Giornata Internazionale della Scrittura a Mano. Sponsorizzata dalla Writing Instrument Manufacturers Association (WIMA), questa iniziativa è attiva dal 1977 per preservare e riconoscere l’impatto della scrittura a mano sulle nostre vite.

Numerose ricerche hanno dimostrato che esiste una correlazione tra la scrittura a mano e l’attività neurale, con un impatto positivo su molteplici aspetti relativi alla creatività, alle abilità motorie e alla capacità cognitiva. In riferimento alle capacità cognitive, questa pratica potrebbe incrementare l’attività cerebrale, fornendo le basi per prestazioni aumentate, con effetto sulla lettura, la scrittura e l’affinamento del pensiero critico. Uno studio del Dottor George Early, pubblicato dall’American Association of Psychology, ha dimostrato che gli studenti di prima elementare che sapevano scrivere in corsivo ottenevano voti migliori rispetto a quelli che scrivevano in stampatello.

Secondo Edouard Gentaz, Professore di Psicologia Evolutiva all’Università di Ginevra, l’atto di comporre e unire le lettere ci aiuta a rafforzare la nostra comprensione del linguaggio grazie alla memoria motoria. Ciò significa che successivamente possiamo facilmente riconoscere le lettere, in quanto il nostro cervello guida ogni movimento mentre scriviamo.

I benefici della scrittura a mano vanno ben oltre l’apprendimento. Ad esempio, dopo una intensa giornata di ragionamenti, prendersi qualche minuto per annotare su un foglio di carta idee, frasi, o soltanto qualche parola, può alleviare lo stress. Questo semplice gesto riporta la calma nel nostro cervello, e può aiutare il corpo a rilassarsi. Può anche favorire la nostra capacità di immagazzinare le informazioni, che serve a migliorare la memoria. E’ un esercizio mentale che ci aiuterà a mantenere la mente giovane quando invecchieremo.

Favorisce inoltre la creatività, in quanto mettendo giù le idee su un foglio di carta in maniera chiara, ci possiamo concentrare sul progetto. Infatti è buona consuetudine che gli scrittori preferiscano scrivere le loro bozze a mano, poiché gli permette di ritornare sul testo tutte le volte che vogliono, per riflettere e apportare correzioni.

Con riferimento alla scrittura a mano, i differenti stili della nostra calligrafia mostrano i diversi lati della nostra personalità, ad esempio, una scrittura delicata e leggibile che scivola dolcemente sulla carta, corrisponde ad una personalità più flessibile nelle situazioni complicate. Ciò accade perché quando scriviamo, catturiamo tutti i nostri pensieri con il nostro sigillo personale.


Per la pubblicità su www.donnaoggi.it

 

DonnaOggi Test: Grottoli Divella
DONNAOGGI TEST: GROTTOLI DIVELLA DonnaOggi Test non inten...
Banner
Banner
DonnaOggi Copertina Aprile 2019: Anastasia
Polpette di carne
POLPETTE DI CARNE Ingredienti per 4 persone: 400 g di carne...
Banner

SPECIALI

Mai più viti gelate
MAI PIU' VITI GELATE Le gelate tardive mettono a dura prova l’agricoltura, molte sono infatti le specie vegetali in fase di germinazione che non sono ...
Banner
A tu per tu con... Mimmo Cavallo
A TU PER TU CON... MIMMO CAVALLO Concerto-recital con una...
Banner

CULTURA ARTE

Looking for Utopia, a Venezia
LOOKING FOR UTOPIA, A VENEZIA Una mostra che mette in scena le utopie degli artisti, i progetti mai realizzati, i sogni di opere che non vedranno mai la luce...