TEMPO LIBERO MUSICA

C'ERA UNA VOLTA LA MUSICA... MADE IN JAPAN 

Registrato nell'agosto 1972 (e pubblicato a dicembre dello stesso anno), Made in Japan dei Deep Purple è considerato uno dei migliori album Live di sempre.
Fu realizzato durante una tournèe, in Giappone, della band inglese composta (allora) da: Ian Gillan (con la sua voce graffiante e potente), Roger Glover (straordinario bassista), Ritchie Blackmore (suo uno degli assoli di chitarra più grandi in assouto di tutti i tempi - in Highway Star), John Lord (tastierista eccezionale con il suo inconfondibile Hammond) e Ian Paice (batterista, con un assolo di oltre cinque minuti in The Mule).



Made in Japan raggiunse la prima posizione in molte Nazioni ed è stato uno dei primi album rock live ad avere grande successo nelle vendite.
Fu registrato senza trucchi ed altro in studio, tanto che il bassista Roger Glover lo definì “il disco più onesto della storia del rock”.

La casa discografica che ha prodotto e commercializzato l'album è Purple Records.

Le canzoni di Made in Japan sono tratte dalle serate di Tokyo e Osaka. Fare riferimento alle versioni originali non dal vivo sembra quasi impossibile. Addirittura la canzone Smoke on the Water live è più conosciuta della registrazione in studio.

L'album è la dimostrazione della carica, dell'energia e dell'improvvisazione al top dei Deep Purple. Made in Japan entra di diritto nella storia della musica.

Disco 1: Highway Star - Child in Time - Smoke on the Water - The Mule.
Disco 2: Strange Kind of Woman - Lazy - Space Truckin'.






Da un'idea di Vito Conversano, nasce “C'era un volta la Musica...”, una rubrica dedicata a canzoni singole o album che hanno lasciato un segno, in Italia, nella storia della musica, sia come vendite che come gusto.
Non vuole essere una rubrica di critica musicale (per questa ci sono i cosiddetti esperti).
Naturalmente chi concorda o meno con quanto viene riportato, può scrivere quel che pensa nei commenti, possibilmente senza degenerare nell'uso delle parole.
La rubrica vuole essere anche un invito, a tutti, a comprare le opere originali degli Artisti, per consentire loro (anche se qualcuno potrà replicare che guadagnano molto...) di continuare a creare opere, a volte senza tempo e, quindi, belle per sempre.
Per concludere, la musica andrebbe ascoltata con un impianto adeguato e non con il “telefonino” e le “cuffiette”.


PROSSIMO ARTICOLO: 9 MARZO 2019 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
DonnaOggi Test: Cacao Dolciando
DONNAOGGI TEST: CACAO DOLCIANDO DonnaOggi Test non intend...
Banner
Banner
DonnaOggi Copertina Aprile 2019: Anastasia
Cupola di Salmone scozzese con mele alla panna acida e pan brioche
CUPOLA DI SALMONE SCOZZESE CON MELE ALLA PANNA ACIDA E PAN BRI...
Banner

SPECIALI

Massafra: dal rupestre all'industria
MASSAFRA: DAL RUPESTRE ALL'INDUSTRIA Cenni storici La storia di Massafra ha origini antichissime: risalgono addirittura all’era neolitica i reper...
Banner
C'era una volta la Musica... Burattino senza fili
C'ERA UNA VOLTA LA MUSICA... BURATTINO SENZA FILI Buratti...
Banner

CULTURA ARTE

La Chimica nell'Arte alla Milano-Bicocca
LA CHIMICA NELL'ARTE ALLA MILANO-BICOCCA Due anniversari scientifici ispiratori di opere d’arte. Nel 2019 infatti si celebrano sia i 150 anni della Tavola ...