FASHION MODA

CALCATERRA PRIMAVERA-ESTATE 2020 

Guardare con l’anima, ascoltare con il cuore, toccare con il solo calore del corpo. 
La primavera-estate 2020 Calcaterra va al di là della forma e della realtà come la vediamo. Un’indagine profonda dell’animo umano e delle sue emozioni che passa inaspettatamente attraverso tessuti, materia, volumi che sembrano evolvere in contesti visivi senza limiti né orizzonti.

Impalpabile e personale, la visione della forma si emancipa improvvisamente dalla sua stessa natura, il contenuto si fa rarefatto, per lasciare spazio alle sensazioni, alle emozioni di chi le indossa.
Gli abiti interagiscono con il paesaggio stesso, come nelle opere di Richard Long: attraverso un linguaggio primitivo, fatto di segni e simboli.

Il bianco, il nero, le ombre kaki e il rosso intenso, che solo il calore dell’anima può creare, ispirano nuove visioni, fino a toccare l’essenziale.

La linearità lascia il posto a forme nuove, ma non lo cede totalmente. Le accompagna, con inconfondibile pulizia espressiva, attraverso maxi e micro volumi che enfatizzano silhouettes inedite.

Una donna eterea, mascolina, il cui tratto femminile è attributo intimo e personale, metafisico e inafferrabile.

La forte identità materica di tessuti esclusivi amplifica i sensi, organizzandoli per colore, tatto e musicalità visiva.

Pura, contemporanea e dinamica, la collezione Calcaterra è sempre più espressione di un percorso che ha il suo centro nella concretezza dell’emozione.


Per la pubblicità su www.donnaoggi.it

Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

DonnaOggi Test: Agriturismo Althea (Vittorio Veneto - Treviso)
DONNAOGGI TEST: AGRITURISMO ALTHEA (VITTORIO VE...
Banner
Banner
DonnaOggi Copertina Luglio 2019: Miryea
Mini Mex con Casa Fiesta
MINI MEX CON CASA FIESTA Ecco un'ottima ricetta dal grande gusto...
Banner
Banner

SPECIALI

Pasqua: la Settimana Santa a Taranto
PASQUA: LA SETTIMANA SANTA A TARANTO I riti della Settimana Santa a Taranto hanno origine nel XVIII sec. Infatti per quanto riguarda la processione...
Banner
Banner