Alimentazione sana e cura del corpo

Gusto, croccantezza e succosità: le qualità delle mele Marlene nascono dalla cura e dalla passione con cui i 4.600 agricoltori del Consorzio VOG preparano e lavorano i loro meleti, ma anche dal clima unico del territorio in cui nascono, l’Alto Adige – Südtirol. 

Un luogo unico, in cui le quattro stagioni, ciascuna con le sue specificità, determinano le condizioni  ideali per dare alle mele caratteristiche speciali. Il freddo intenso dell’inverno, le primavere miti, l’estate calda e l’autunno mediterraneo favoriscono la qualità superiore di Marlene in termini di gusto, consistenza, aroma e aspetto.

Ora che le mele sono freschissime e appena colte dagli alberi, Marlene mostra con orgoglio le sue radici, rivelando la bellezza dei paesaggi alpini in cui nasce, condividendo le ricette per un’alimentazione deliziosamente sana e insegnando a curare il corpo con allenamenti all’aria aperta, grazie ai consigli di una grande atleta internazionale: Dorothea Wierer.

La simpatica campionessa, che si sta preparando per Pechino 2022, ha vinto due volte la Coppa del Mondo di biathlon e due bronzi alle Olimpiadi. Figlia delle Alpi come Marlene, è lei ad accompagnarci in questo viaggio gastronomico e sportivo alla scoperta delle stagioni in Alto Adige – Südtirol.

Iniziamo dall’autunno con un must per questa stagione: il trekking in montagna, che permette di  godersi i panorami mozzafiato e  tenersi in forma in modo naturale.

ALLENAMENTO ALL’ARIA APERTA: TREKKING

L’autunno è uno dei periodi migliori per l’escursionismo. Ma, attenzione, non si tratta solo di camminare. È bene avere delle buone basi per trarre il massimo beneficio dalle passeggiate nei boschi e in montagna. Vediamo insieme a Dorothea Wierer quali sono le regole di base per godersi un buon trekking in tutta sicurezza.

Prima di partire

Non improvvisare. Devi conoscere bene il percorso che vuoi intraprendere, la distanza da percorrere e soprattutto il dislivello che dovrai affrontare, per capire se è adatto alla tua forma fisica e alla tua resistenza. Studia l’itinerario in anticipo e utilizza una cartina o un’applicazione sul telefono, da consultare durante la camminata. Verifica inoltre che le previsioni meteo siano favorevoli.

Prepara uno zaino, meglio se con un buon sostegno lombare, con le cose essenziali: un kit di pronto soccorso e la protezione solare per il viso; una maglietta asciutta per cambiarti quando ti fermi a mangiare e/o alla fine dell’escursione; una giacca impermeabile leggera e poco ingombrante in caso di pioggia; una felpa leggera; acqua a sufficienza e qualcosa da mangiare: frutta secca, mele Marlene, una barretta energetica con un po’ di cioccolato, un panino se il percorso è lungo (porta più cibo se pensi di fermarti lungo il sentiero e camminare molte ore). Non dimenticare un power bank per il cellulare: la sicurezza deve essere sempre la tua priorità.

Scegli abiti comodi e leggeri, e indossa scarpe idonee all’escursionismo e alla montagna, impermeabili e con la suola che faccia presa su qualsiasi terreno (sia umido che secco).

Durante la camminata

Chi va piano va sano e va lontano, dice il proverbio. E mai frase fu più azzeccata per il trekking in alta montagna. Procedi con calma e senza fretta: goditi il meraviglioso panorama delle Alpi e senti il tuo corpo che si attiva in modo naturale. In salita fai passi brevi per non sforzare troppo le articolazioni. Nelle discese più ripide, procedi camminando a zig-zag per ridurre l’impatto sulle ginocchia.

Puoi provare anche ad utilizzare i bastoncini da trekking. Aiutano a distribuire il carico tra la parte superiore e quella inferiore del corpo, ed evitano che le articolazioni di caviglie e ginocchia vengano sovraccaricate. Sono particolarmente utili in discesa e nei tratti in salita poiché riducono molto la fatica e soprattutto la possibilità di lesioni.  È importante regolarli in base all’altezza. Per trovare la misura giusta, afferra il bastoncino dall’impugnatura e appoggialo a terra in verticale. Il gomito deve formare un angolo retto di 90° con l’avambraccio tenuto in posizione parallela a terra.

Una piccola pausa

Fai qualche allungamento per le gambe e la schiena, che ha portato il peso dello zaino. Togli i vestiti bagnati dal sudore in modo da non raffreddarti e metti abiti asciutti.

A questo punto sei pronto per il relax: bevi abbondantemente e reintegra i sali minerali con una mela Marlene appena colta.

Goditi appieno la soddisfazione che dà l’esercizio fisico all’aria aperta. Tra boschi, valli e montagne, la cornice di bellezza naturale dell’Alto Adige – Südtirol rigenera le energie temprando mente e corpo.

donnaoggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*