Autenticità ed inclusione, a Milano

Il Milan Fashion Tour (MFT) ritorna per la sesta edizione, illuminando la città di Milano con un’espressione vibrante di moda, arte e inclusione. L’evento si terrà il 22 Maggio 2024 alle ore 19:30 presso il suggestivo Istituto dei Ciechi in via Vivaio n. 7.

Il Milan Fashion Tour rappresenta un’occasione unica per riunire talentuosi make-up artists, hairstylists e fashion designers provenienti da ogni angolo del mondo, selezionati sulla base della loro eccellenza professionale senza alcuna distinzione di etnia, religione o sesso. L’evento si propone di promuovere la cooperazione tra i popoli, celebrare l’autenticità di ogni individuo e sostenere persone che troppo spesso sono vittime di discriminazione ed emarginazione, tra i quali gli appartenenti alla comunità LGBTQ+ e le donne private della loro libertà.

Gli ideatori del MFT, Shon Balaish, ex modello di fama internazionale, e Sigal Man, produttrice musicale e televisiva, incarnano la visione di un mondo in cui la diversità è un valore e l’inclusione è la norma. Con esperienze ricche e variegate nel mondo della moda, dello spettacolo e della produzione di eventi di lusso, Balaish e Man portano la loro passione contagiosa per la creazione di uno spazio in cui ogni individuo possa sentirsi libero di esprimersi senza alcun timore o pregiudizio.

Quest’anno, il MFT Fashion Show vedrà protagonisti stilisti italiani, che vantano collaborazioni con i più prestigiosi marchi di moda e talentuosi designer emergenti, tutti trasportati dallo stesso desiderio di promuovere l’inclusione e la condivisione sociale attraverso la loro arte.

L’evento sarà impreziosito dalla presenza di ospiti speciali e madrine d’eccezione, tra cui Moran Atias, Shelly Gafni e Alin Cohenn, figure di spicco che abbracciano con entusiasmo i valori portati avanti dal Milan Fashion Tour.

Il Milan Fashion Tour 2024 rappresenta un’occasione imperdibile per celebrare attraverso la moda la diversità, l’autenticità e l’unità nella bellezza.

beyou 728x90 donnaoggi

Commenta per primo

Lascia un commento