Mortadella affettata in vaschetta per Ferrarini

Dopo il successo ottenuto nelle migliori salumerie italiane da Ferrarini con Italica, la mortadella top di gamma sarà in distribuzione anche affettata in vaschetta nei punti vendita della Grande Distribuzione.

La mortadella Italica, che sarà  presentata a Cibus (la fiera dell’alimentare che aprirà il 3 maggio a Parma), è stata commercializzata in anteprima nel formato per il banco gastronomia  in un selezionato gruppo di punti vendita del dettaglio tradizionale.

Italica, in linea con la tradizione Ferrarini, è realizzata esclusivamente con materia prima italiana selezionata ed è aromatizzata con lo stesso mix di 21 erbe aromatiche che sono alla base dell’originale ricetta che ha reso il Prosciutto Cotto Ferrarini apprezzato in tutto il mondo.

“Dopo il successo ottenuto nel dettaglio tradizionale” – ha affermato il direttore marketing di Ferrarini Claudio Rizzi – “abbiamo scelto di  rendere disponibile la mortadella Italica, in formato affettata in vaschetta, anche ai nostri clienti che frequentano i punti vendita della GDO. Il riscontro ottenuto in questi mesi dalle botteghe e dalla piccola distribuzione ci conferma di aver realizzato la miglior mortadella in assoluto presente sul mercato. Siamo arrivati a questo risultato selezionando solo tagli nobili del maiale italiano sia nelle parti magre che in quelle grasse, utilizziamo l’aglio fresco anziché quello in polvere per conferire al prodotto un profumo più riconoscibile ma, soprattutto, l’impasto viene aromatizzato con lo stesso mix segreto di spezie ed erbe aromatiche utilizzato per la produzione del nostro Prosciutto Cotto. Un prodotto top di gamma pensato per soddisfare le richieste del mercato che premiano l’altissima qualità e l’artigianalità. Anche la Mortadella Italica è confezionata in vassoio con almeno il 65% di plastica riciclata, continuando così il percorso verso confezioni più sostenibili per l’ambiente iniziato nel 2021. E’ buona per tutti: senza glutine, senza proteine del latte e lattosio, estremamente digeribile, e sarà il primo di una serie di prodotti che riporterà sul packaging il logo Spiga barrata, marchio dell’Associazione Italiana Celiachia che guida le persone celiache nella scelta dei prodotti alimentari sicuri e idonei alle specifiche esigenze di un’alimentazione senza glutine: consente un’immediata riconoscibilità nell’ambito dell’offerta del mercato e soprattutto comunica le garanzie di sicurezza assicurate dalle verifiche di AIC”.

Forte della sua capillarità sul territorio italiano, “Ferrarini è un brand solido, apprezzato e richiesto dal mercato” – ha aggiunto Rizzi – “e l’originale ricetta del mix di erbe che caratterizza il Prosciutto Cotto oggi diventa protagonista anche di questo nuovo prodotto che arricchisce ulteriormente la nostra offerta”.

Lo storico marchio, fondato nel 1956, è oggi il leader di mercato del prosciutto cotto, sia nel canale della grande distribuzione organizzata, sia in quello del dettaglio tradizionale su tutto il territorio nazionale grazie ad una propria struttura distributiva.

Prima azienda italiana a produrre prosciutto cotto senza polifosfati aggiunti, Ferrarini è ormai una tra le più importanti imprese europee nel settore agroalimentare e propone in tutto il mondo, oltre al suo prosciutto cotto, i prodotti simbolo del Made in Italy: dal prosciutto di Parma alle diverse specialità di salumeria, accompagnate dai prodotti dell’azienda agricola Ferrarini, dalla quale l’attività imprenditoriale ha preso avvio, come il Parmigiano Reggiano Dop, i vini e l’aceto balsamico di Modena e Tradizionale Dop.

donnaoggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*