Amsterdam ospita Vermeer

Taco Dibbits, Direttore Generale del Rijksmuseum, ha dichiarato: “Questa mostra offre un’opportunità senza precedenti di ammirare un numero così elevato di dipinti di Vermeer riuniti in un unico luogo. È una prospettiva entusiasmante per il pubblico e per tutti gli amanti di Vermeer, nonché per ricercatori, conservatori e storici dell’arte. Siamo estremamente grati ai musei e alle organizzazioni partner che hanno reso possibile questa mostra con prestiti eccezionali e generosi”.

Almeno 28 dipinti della ristretta produzione artistica di Vermeer saranno prestati da musei e collezioni dall’Europa, dagli Stati Uniti e dal Giappone. Con un gesto straordinario, la Frick Collection presterà alla mostra tutti e tre i suoi capolavori di Vermeer: Concerto interrotto, Soldato con ragazza sorridente, Fantesca che porge una lettera alla signora. Nella mostra al Rijksmuseum sarà la prima volta che tutti e tre i dipinti vengono esposti insieme fuori da New York da quando sono stati acquisiti più di un secolo fa. Due dipinti sono stati sottoposti a un esame approfondito al Rijksmuseum prima della mostra.

Altri punti salienti includono La ragazza con l’orecchino di perla (Mauritshuis, L’Aia), il Geografo (Städel Museum, Francoforte sul Meno), Donna che scrive una lettera alla presenza della sua domestica (The National Gallery of Ireland, Dublino, Pesatrice di perle o Donna con la bilancia (The National Gallery of Art, Washington DC), il Bicchiere di Vino (Gemäldegalerie, Berlino), Suonatrice di liuto (Metropolitan Museum, NYC) e la Merlettaia (Louvre, Parigi) e Donna che legge una lettera davanti alla finestra, restaurata di recente dalla Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda. Il Rijksmuseum stesso possiede quattro capolavori di Vermeer:  la Lattaia, la Stradina, Donna in azzurro che legge una lettera e Lettera d’amore.

La mostra sarà presentata al Rijksmuseum di Amsterdam dal 10 febbraio al 4 giugno 2023 e sarà l’unica sede espositiva.

Le ultime ricerche hanno portato alla luce nuove fonti che fanno luce sul pittore e sulla sua storia personale. Oggi abbiamo quindi maggiori informazioni sulla sua posizione sociale, sull’ambiente in cui ha vissuto e sulla relazione con altri artisti e i suoi concittadini. Le moderne tecniche di scansione hanno accelerato la ricerca su Vermeer negli ultimi decenni. Un team di curatori, conservatori e ricercatori del Rijksmuseum ha collaborato a stretto contatto con i colleghi del Mauritshuis de L’Aia e dell’Università di Anversa per condurre nuove ricerche sui dipinti di Vermeer. Le tecniche utilizzate per questa indagine includono le avanzate tecnologie di scansione Macro-XRF e RIS.

Le recenti ricerche sul dipinto di Vermeer La lattaia hanno portato alla luce due oggetti presenti sulla tela del famoso artista: una brocca e un braciere che Vermeer ha successivamente ricoperto. Grazie alle scansioni tecnologicamente più avanzate si è riusciti a scoprire chiaramente questa pittura sottostante. Utilizzando una tecnologia simile, si è notata una pittura sottostante anche in altri dipinti come la Pesatrice di perle (o Donna con una bilancia) della National Gallery di Washington. La convinzione che Vermeer dipingesse lentamente e con grande riflessione deve quindi essere rivista. I risultati finali possono apparire quindi introspettivi e contemplativi, ma il suo metodo di lavoro era virtuosistico e rigoroso.

Gregor J.M. Weber, Responsabile Belle Arti del Rijksmuseum e co-curatore della mostra, ha dichiarato: “La tecnica pittorica di Vermeer ha sempre avuto una sorta di mistero. Come creava questo miracolo di luce e colore? Grazie alla scoperta di un primo schizzo in vernice nera, riusciamo ora a farci un’dea molto più completa del suo metodo di lavoro”.

beyou 728x90 donnaoggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*