La musica di Alessandro Enriquez

La nuova collezione Alessandro Enriquez Autunno-Inverno 2022-2023 si ispira alla “Musica Italiana” rivisitata e illustrata dal designer, e accelera con Mattel, le cui iconiche macchinine Hot Wheels corrono sul pentagramma dell’amore disegnato da Alessandro, che celebra la storia del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, le emozioni dei brani degli artisti di ieri di oggi e di domani, facendoci immergere in un mare di fiori e colori, simboli eterni della nostra musica.

Ad impreziosire la collezione e sigillarne il tema, gli interventi grafici di uno spartito, un’equazione musicale, che il maestro Beppe Vessicchio regala ad Alessandro, e nel quale abilmente i disegni in versione ironica del designer dialogano con frasi pensate ad hoc per lui da Orietta Berti e legate al sempre a lui caro tema dell’amore.

Il colore diventa il protagonista assoluto di un mondo 100% Made in Italy, che approfondisce il concetto di sartoriale no gender negli abiti/suit composti da giacche mono e doppio petto, abbinate a pantaloni fluidi con pinces profonde di cady colorato monocolore, e dove gli interventi dei rever a contrasto e dei bottoni rivestiti, accendono una palette invernale ma calda: l’arancio corallo, il giallo carota scuro, il rosso rubino, il verde smeraldo e il rosa antico abbinato al carta da zucchero, sono tra le nuances principali.

Il pathos di cui si nutre il palco del mitico Ariston rivive nei look di collezione, e le stampe di Alessandro raccontano i caratteri dei cantanti, i più timidi trovano espressione in glicini e viole, i visionari in all over con “occhi fiorati” di rimando alla pop art italiana, fino ai più nostalgici dal carattere “peterpanesco”, in cui gattini giocano con le note musicali. Alessandro non dimentica il podio dei vincitori, per i quali crea un Teatro Ariston inedito, coloratissimo e fioritissimo, nel quale a ritmo di musica ed elegantemente vestiti, coppie di struzzi si esibiscono come corpo di ballo.

La modellistica parte dagli assunti stilistici del brand anni ‘50/60 e si spinge fino agli anni ‘80/90, partendo da abiti chemisier ampi e morbidi e dalla vita alta, per arrivare alle spalle scese e alla vestibilità oversize, su camicie stampate in cui girano tutti i disegni. Non mancano volant, rouches e plissè per proposte più leziose.

Su un gruppo di tessuti speciali si sviluppa il pacchetto dei capispalla: bouclé a tinte piene nelle nuances del rosso, del giallo e del blu, realizzate in fibre naturali riciclate ma dall’aspetto lanoso. La maglieria unisex resta manifesto di collezione, grazie ai disegni fotografici realizzati a telaio.

Felperia e t-shirteria stampate hanno interventi di ricami a mano Made in Italy e i soggetti delle stampe creano un mix&match con le stampe all over.

Le stampe si applicano anche sul jacquard goffrato, come le viole in formato macro, protagoniste assolute della stagione accompagnate dal pacchetto maglieria realizzato sia a telaio, riprendendo i disegni di collezione, che interamente a mano a Napoli.

Dulcis in fundo, un booster di grinta porta alla vittoria di questo Festival Enriqueziano, la capsule realizzata in collaborazione con Hot Wheels, il brand del colosso americano Mattel che rinnova l’interesse per le creazioni di Alessandro Enriquez, interesse nato la scorsa stagione con la proposta dedicata a Barbie e Ken, e che quest’anno ingentilisce con il suo stile il “turbo” delle iconiche macchinine da corsa. Due le grafiche che rappresentano la visione di Alessandro Enriquez per Hot Wheels, entrambe ispirate alla palette di colori chiave del brand. Nella prima una parata di macchinine Hot Wheels sfila sull’iconica pista arancio con coloratissimi fiori che sbocciano dai tubi di scappamento mentre i fuochi d’artificio sanremesi esplodono nel cielo. Nella seconda un omaggio “floreale” alla musica italiana: le Hot Wheels corrono su pentagrammi colorati decorati da note musicali e fiori della riviera. Immancabili le iconiche scritte tanto care al designer: love e citazioni musicali.

Per uomo e per donna Alessandro crea camicie in misto seta e viscosa, con o senza tasconi, con due stampe all over dedicate che si affiancano alle grafiche daily di Felpe e t-shirt. Per l’universo esclusivamente femminile invece un’originale proposta di abiti dal sapore sanremese, lunghi e corti in diverse aperture di tessuto, in cui si mescolano i fiori con il design della gamma di macchine da corsa creando le nuances perfette per la vittoria…a tutta birra!

Durante la presentazione della collezione alla stampa, che si terrà da Giacomo Caffe a Palazzo Reale, verranno esposte immagini inedite di cantanti iconici della musica italiana, facenti parte dell’archivio fotografico romano Farabola.

“Ho voluto raccontare la musica italiana attraverso le mie personali lenti colorate, declinandola in una visione fantastica che mi appartiene molto. I miei disegni di oggi cantano insieme al ricordo di tutte le icone che amo e che ho ricordato ed omaggiato durante la costruzione di questa collezione”.

beyou 728x90 donnaoggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*