Vacanza invernale tra lusso e indipendenza

Collocato sulla terrazza più soleggiata di San Cassiano in Alto Adige e in posizione sopraelevata rispetto a tutto il paese, il cinque stelle Dolomiti Wellness Hotel Fanes offre agli amanti della vacanza active invernale, che amano trascorrere il loro tempo all’aperto e sulla neve tra sciate e ciaspolate nelle Dolomiti, la possibilità di soggiornare nei suoi otto spaziosi e confortevoli chalet. In queste strutture situate di fronte al complesso principale ricavato dell’antico maso del 1560, gli ospiti ritrovano sia gli alti standard di lusso sia l’elevata qualità dei servizi che, da sempre, caratterizzano questo 5 stelle nel cuore della Val Badia.

Unici, accoglienti e prestigiosi. Gli otto chalet del Dolomiti Wellness Hotel Fanes fondono sapientemente il design moderno e le sue linee pulite con la tradizionale edilizia di montagna, in particolare quella alpina che si ritrova anche negli altri ambienti della struttura. All’interno di questo perfetto connubio cui danno vita i due diversi stili, gli ospiti vivono in prima persona il concetto disostenibilità regionale da sempre tanto caro alla famiglia Crazzolara, storica proprietaria dell’Hotel. In nome di tale filosofia, la famiglia si impegna costantemente all’utilizzo di materiali naturali e soprattutto locali reperiti, quindi, in Alto Adige e nella stessa Val Badia: ne sono esempio il marmo di Lasa, il legno e la pietra che, grazie alla precisione e alla creatività degli artigiani del luogo, oltre che alla loro passione per il dettaglio, sono combinati in maniera magistrale, lavorati con tecniche ricercate e capaci di conferire a questi ambienti senza tempo l’unicità che oggi li contraddistingue. Gli chalet, con unasuperficie che varia dai 60 ai 120 mq, possono ospitare dalle 2 alle 5 persone e sono quindi ideali per chi vuole vivere la vacanza da chalet, ossia active e in compagnia ma con i propri spazi sempre rispettati; si accede infatti da un ingresso indipendente e, al loro interno, si trovano cabina armadio e ampi bagni: a tal proposito, una menzione particolare la merita la vasca da bagno a forma di scarpa décolleté dello Chalet Gran CIl, in mosaico dorato, una vera e propria opera d’arte progettata dell’architetto Barbara Widdmann e del suo studio Interior Design di Bolzano. Inoltre, gli ambienti sono illuminati da lampade di design che creano giochi di luce tra il mobilio più antico e tradizionale e quello nuovo e moderno mettendo in risalto la perfetta fusione dei due stili; i pavimenti sono in legno di rovere, rifiniti con prodotti anallergici e sono riscaldati, l’ospite è quindi libero di camminarci sopra a piedi nudi anche durante la stagione invernale; le ampie vetrate regalano vista panoramica sulle Dolomiti patrimonio dell’Unesco e un costante contatto con la natura circostante, altro aspetto cui il proprietario, Reinhold Crazzolara, tiene particolarmente. Per chi trascorre una giornata all’aperto, magari sugli sci, gli chalet del Dolomiti Wellness Hotel Fanes sono indubbiamente il luogo di pace ideale in cui fare rientro per rilassarsi e riposare, con la possibilità di godersi anche l’ampia area wellness di 5.000 metri quadrati e la maestosa Sky Pool riscaldata di 25 metri.

Chi sceglie di vivere la propria vacanza active invernale in questi ambienti fiabeschi, può lasciarsi andare alla piacevolezza di un trattamento benessere sportivo: l’esperta Ingrid Crazzolara, spa manager dell’Hotel, consiglia il bagno di fieno, della durata di 45 min, con erbe raccolte a 1.800 mt e capaci di contrastare dolori articolari e contratture muscolari oltre che donare effetto lenitivo e calmante; oppure il PMP-Dynamic Ritual, sempre di 45 min, che predispone al meglio il corpo per ripartire con tanta carica ed energia grazie agli oli essenziali delle piante selvatiche con cui è effettuato. A completare l’esperienza, il menù vital pensato appositamente da Claudio De Marc, chef del Fanes da oltre dieci anni, a base di pesce e di verdure di stagione colte direttamente nell’orto dell’Hotel.

featuredmodelfacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento